Campagna Ten-in-Ten

Le risorse ecologiche stanno diventando fattori competitivi decisivi negli affari internazionali. Paesi che conoscono l’entità del proprio patrimonio ecologico, che lo gestiscono, lo proteggono e lo usano con giudizio, staranno in futuro meglio degli altri.

Al Global Footprint Network stiamo lavorando per creare un futuro in cui l’Impronta Ecologica sia un sistema di misura accettato e di rilievo come il PIL. Crediamo che questo futuro sia inevitabile se l’umanità saprà affrontare la sfida con successo.

Nel 2005 abbiamo lanciato la nostra campagna Ten-in-Ten con l’obiettivo di istituzionalizzare l’Impronta Ecologica in almeno 10 governi nazionali chiave entro il 2015. Nei primi due anni abbiamo avviato progetti in 23 Nazioni che, molto probabilmente, saranno le prime ad adottare l’Impronta Ecologica.

La principale strategia della campagna Ten-in-Ten è quella di incoraggiare la revisione da parte di soggetti terzi indipendenti dei Conti delle Impronte Nazionali, l’insieme di dati alla base dell’Impronta Ecologica di 152 Nazioni. La ragione: una volta che un Paese avesse a disposizione dati sull’Impronta li utilizzerebbe per contabilizzare e gestire le proprie risorse ecologiche, per predisporre politiche ambientali, per indirizzare decisioni di investimento, definire politica commerciale, economica, e molto più.

La Svizzera ha completato la propria revisione, mentre in Giappone, Belgio, Giappone, Belgio, Emirati Arabi Uniti, Ecuador e Francia, le revisioni nazionali sono in corso. Clicca qui per saperne di più.

Il progresso del programma Ten-in-Ten é un indicatore del successo dell’Impronta a livello mondiale.